logo del sito fantafrasi.it
Home | Frase del giorno | Ringraziamenti | Buongiorno | Buonanotte | Auguri |

Frasi del Piccolo Principe: citazioni dal libro

Scoprite le più belle frasi del Piccolo Principe, tratte dalla traduzione italiana dell’opera di Antoine de Saint-Exupéry.

Frasi del Piccolo Principe

“È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

“Devo pur sopportare qualche bruco se voglio conoscere le farfalle, sembra che siano così belle”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

“È molto più difficile giudicare se stessi che gli altri, se riesci a giudicarti bene è segno che sei veramente un saggio”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

“Tutti i grandi sono stati piccoli, ma pochi di essi se ne ricordano”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

“È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

“Certo che ti farò del male. Certo che me ne farai. Certo che ce ne faremo. Ma questa è la condizione stessa dell’esistenza. Farsi primavera, significa accettare il rischio dell’inverno. Farsi presenza, significa accettare il rischio dell’assenza”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

“Non ho saputo capire niente allora! Avrei dovuto giudicarlo dagli atti, non dalle parole”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

“Bisogna esigere da ciascuno quello che ciascuno può dare”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

“Il Piccolo Principe incontrò un mercante di pillole che calmavano la sete. Perché vendi questa roba? – chiese il Piccolo Principe. È una grossa economia di tempo – disse il mercante – gli esperti hanno fatto dei calcoli. Si risparmiano 53 minuti alla settimana. E che cosa se ne fa di questi 53 minuti? – chiese perplesso il Piccolo Principe. Se ne fa quel che si vuole.. – rispose sicuro il mercante. Io – disse il Piccolo Principe – se avessi 53 minuti da spendere, camminerei adagio, adagio verso la fontana”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

“Sai… quando si è molto tristi si amano i tramonti”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

“La mia vita è monotona. Io do la caccia alle galline, e gli uomini danno la caccia a me. Tutte le galline si assomigliano, e tutti gli uomini si assomigliano. E io mi annoio perciò. Ma se tu mi addomestichi, la mia vita sarà come illuminata. Conoscerò un rumore di passi che sarà diverso da tutti gli altri. Gli altri passi mi fanno nascondere…”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

“I grandi amano le cifre. Quando voi gli parlate di un nuovo amico, mai si interessano alle cose essenziali. Non si domandano mai: «Qual è il tono della sua voce? Quali sono i suoi giochi preferiti? Fa collezione di farfalle?» Ma vi domandano: «Che età ha? Quanti fratelli? Quanto pesa? Quanto guadagna suo padre?» Allora soltanto credono di conoscerlo”.

(Antoine de Saint-Exupéry)