logo del sito fantafrasi.it
Home | Frase del giorno | Ringraziamenti | Buongiorno | Buonanotte | Auguri |

Frasi sul tempo: aforismi e citazioni

frasi sul tempo

Scoprite le frasi sul tempo e gli aforismi più belli che abbiamo selezionato per voi.

Frasi sul tempo

“La vita ci è stata data per una creatività. Il tempo è come il tessuto su cui occorre disegnare una creazione”.

(Luigi Giussani)

“Il maggior ostacolo del vivere è l’attesa, che dipende dal domani ma spreca l’oggi”.

(Lucio Anneo Seneca)

“I giorni sono forse uguali per un orologio, ma non per un uomo”.

(Marcel Proust)

“La gente comune pensa soltanto a passare il tempo, chi ha un po’ d’ingegno a utilizzarlo”.

(Arthur Schopenauer)

“Il tempo e la pazienza possono più della forza o della rabbia”.

(Jean de la Fontaine)

“Si volge ad attendere il futuro solo chi non sa vivere il presente”.

(Lucio Anneo Seneca)

“Il tempo è l’unico, vero capitale che un essere umano ha, e l’unico che non può permettersi di perdere”.

(Thomas Alva Edison)

“Un orologio che va male non segna mai l’ora esatta, un orologio fermo la segna due volte al giorno”.

(Leonardo Sciascia)

“Ho sprecato il tempo, e ora il tempo sta sprecando me”.

(William Shakespeare)

“Si ha sempre tempo a sufficienza se lo si usa bene”.

(J. W. Goethe)

“Non è vero che abbiamo poco tempo: la verità è che ne perdiamo molto”.

(Lucio Anneo Seneca)

“È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

“Il tempo raffredda, il tempo chiarifica; nessuno stato d’animo si può mantenere del tutto inalterato nello scorrere delle ore”.

(Thomas Mann)

“Eravamo insieme, tutto il resto del tempo l’ho scordato”.

(Walt Whitman)

“Non rimandare a domani quello che potresti fare oggi”.

(Benjamin Franklin)

“L’uomo moderno crede di perdere qualcosa – il tempo – quando non fa le cose in fretta; eppure non sa che cosa fare del tempo che guadagna, tranne che ammazzarlo”.

(Erich Fromm)

“Quando ogni uomo avrà raggiunto la felicità, il tempo non ci sarà più”.

(Fedor M. Dostojevskij)