logo del sito fantafrasi.it
Home | Frase del giorno | Ringraziamenti | Buongiorno | Buonanotte | Auguri |

Frasi di fine anno scolastico

Scoprite le frasi di fine anno scolastico: pensieri e cartoline illustrate da condividere con i vostri studenti o con i vostri insegnanti.

Frasi di fine anno scolastico

“La scuola è il nostro passaporto per il futuro, poiché il domani appartiene a coloro che oggi si preparano ad affrontarlo”.

(Malcom X)

“Un buon insegnante è uno che si rende progressivamente superfluo”.

(Thomas Carruthers)

“È l’arte suprema dell’insegnante: risvegliare la gioia della creatività e della conoscenza”.

(Albert Einstein)

“Allora mi viene in mente un groppo in gola, e penso che forse vale ancora la pena. Di fare la maestra, voglio dire”.

(Antonio Ferrara)

“Il mondo può essere salvato solo dal soffio della scuola”.

(Talmud)

“È bello andare a scuola, ritrovarsi tra amici, lavorare insieme, studiare. Non per la pagella, ma per diventare uomini”.

(Gianni Rodari)

“Forse è questo insegnare: fare in modo che a ogni lezione scocchi l’ora del risveglio”.

(Daniel Pennac)

“Si capisce bene cos’è una scuola quando la viviamo come se fosse il luogo dove si entra competitivi e, dopo aver lavorato e studiato insieme, si esce rispettosi degli altri e tolleranti”.

 (Mario Lodi)

“Io considero la classe come un solo alunno spersonalizzato e invece la classe è formata da tante personalità e ognuno è profondamente diverso e ha bisogno di cure specifiche”.

(Mario Lodi)

“La scuola la vorrei senza pagelle e con tante cordiali chiacchierate coi genitori, perché, alla fine, invece di una bella pagella, si abbia un bel ragazzo, cioè un ragazzo libero, sincero, migliore comunque”.

(Mario Lodi)

“È necessario che l’insegnante guidi il bambino, senza lasciargli sentire troppo la sua presenza, così che possa sempre essere pronto a fornire l’aiuto desiderato, ma senza mai essere l’ostacolo tra il bambino e la sua esperienza”.

(Maria Montessori)

“L’insegnamento è il più grande atto di ottimismo”.

(Colleen Wilcox)

“L’obiettivo principale della scuola è quello di creare uomini che sono capaci di fare cose nuove, e non semplicemente ripetere quello che altre generazioni hanno fatto”.

(Jean Piaget)

“Colui che apre una porta di una scuola, chiude una prigione”.

(Victor Hugo)

“La ragione principale per andare a scuola è quello di imparare, per il resto della vita, che c’è un libro per tutto”.

(Robert Frost)

“L’istruzione è ciò che rimane dopo che si è dimenticato tutto ciò che si era imparato a scuola”.

(Albert Einstein)

“L’insegnante è la persona alla quale un genitore affida la cosa più preziosa che possiede suo figlio: il cervello. Glielo affida perché lo trasformi in un oggetto pensante. Ma l’insegnante è anche la persona alla quale lo Stato affida la sua cosa più preziosa: la collettività dei cervelli, perché diventino il paese di domani”.

(Piero Angela)

“Il più grande segni di successo per un insegnante è poter dire: i bambini stanno lavorando come se io non esistessi”.

(Maria Montessori)

“Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo”.

(Malala Yousafzai)

“Un insegnamento degno di questo nome non inquadra, non uniforma, non produce scolari, ma sa animare il desiderio di sapere”.

(Massimo Recalcati)

“Gli insegnanti devono amare con curiosità antropologica quella tribù di alunni che ogni mattina si trovano di fronte”.

(Daniel Pennac)

“Maestro: dopo quello di padre è il più nobile, il più dolce nome che possa dare un uomo a un altr’uomo”.

(Edmondo de Amicis)

“L’insegnante mediocre racconta. il bravo insegnante spiega. l’insegnante eccellente dimostra. il maestro ispira”.

(Socrate)

Leggete anche: